Traduzione: quali idee di business per il 2018?

trends_2017
dic 04 2017

Un altro anno positivo e in crescita per l’industria della traduzione. Mai come quest’anno si è parlato tanto di tecnologie e novità che vedranno il loro boom nel 2018.

Ma quali sono i trend e le novità concrete che possono tradursi in idee di business da cogliere al volo per creare nuove fonti di guadagno e comunicazione? Vediamo le soluzioni più interessanti.

App

Non hai ancora una app per i tuoi prodotti/servizi? È il momento buono per crearne una e tradurla in più lingue: potrai così massimizzare il numero di persone che la possono installare, usare e condividere e  la tua comunicazione non avrà più confini.

La traduzione di App in varie lingue, già presente da alcuni anni, ha avuto un picco nel 2017 che si prevede diventerà un vero e proprio boom il prossimo anno.

Video

Nell’era dei social media la strategia di comunicazione vincente passa senza dubbio dal video marketing.  YouTtube e Facebook fanno registrare un numero impressionante di video caricati ogni minuto. Va da sé che ogni video chiama la traduzione dei testi per rendere il contenuto fruibile a più persone. Per tradurre un video sono possibili due strade: il voice over o doppiaggio e il sottotitolaggio. Se noi italiani amiamo film e video doppiati, soluzione comoda per l’utente ma alquanto costosa, negli altri paesi i giovani preferiscono la modalità sottotitoli che è anche un’opportunità per imparare nuove lingue. Non abbiate quindi timore a creare i vostri video multilingua, la soluzione con sottotitoli è molto più economica di un doppiaggio!

Lingue asiatiche

In una recente intervista, Eric Liu, general manager di Alibaba ha previsto che il cinese assumerà un ruolo sempre più prominente nell’industria della traduzione sia come lingua sorgente che come lingua target. Il numero di parlanti cinese è simile a quello dei parlanti inglese e, di natura, i cinesi sono aperti al web che vedono come fonte di informazioni e conoscenza del mondo esterno. Nei prossimi 5-10 anni ci sarà un numero sempre maggiore di cinesi che utilizzeranno il web per comprare prodotti, servizi, viaggiare ecc. Il che ovviamente comporterà la necessità di traduzioni e la richiesta di servizi linguistici si moltiplicherà in breve tempo.

Il cinese ha 955 milioni di parlanti e l’economia cinese registra una crescita costante, destinata a superare gli Stati Uniti nei prossimi anni. Ma, oltre al cinese vanno tenute in considerazione anche l’arabo, lingua ufficiale in 28 paesi con 256 milioni di parlanti e 2° lingua più importante in futuro secondo il British Council e l’hindi, 5° lingua più parlata al mondo con 260 milioni di parlanti e quella che sembra destinata a diventare l’economia a più rapida crescita a livello mondiale.

Traduzione automatica

Il tema caldo dell’anno è stato sicuramente la traduzione automatica con progressi sempre più altisonanti tra traduzione automatica neurale e adattativa arrivando addirittura ad ipotizzare già per il 2018 una competizione tra traduzione automatica e traduttore umano. Se i big player come Microsoft, Google, Facebook e Amazon mostrano interesse e investono in queste tecnologie, è evidente che ci vorranno ancora molti anni prima che la qualità di una traduzione automatica sia paragonabile a quella di un traduttore umano per come la intendiamo noi professionisti del settore.

Indubbiamente però la traduzione automatica è più veloce di un traduttore umano e può essere utile in determinati ambiti, ma devono essere ben chiari finalità,  destinatari e implicazioni legate alla sicurezza dei dati.

In generale stiamo vivendo un momento di gran fermento e cambiamento  che porterà a una crescita costante del settore anche nel 2018. Saremo al vostro fianco per aiutarvi e scegliere tra i nuovi trend e cogliere le opportunità migliori per il vostro business.